Il quattordicesimo Giubileo

Il quattordicesimo Giubileo fu indetto dal Papa Innocenzo X con la bolla Appropinquat dilectissimi filii il 4 maggio 1649, e fu il Papa stesso ad aprire la Porta Santa la vigilia di Natale. In questo periodo Spagna e Francia erano in conflitto tra loro e fecero quasi a gara nel dimostrare la propria ricchezza nelle cerimonie. A causa della grande affluenza di pellegrini il Papa decise di ridurre il numero delle visite alle basiliche, e concesse l'indulgenza anche a chi aveva assistito alla chiusura di una delle Porte Sante alla vigilia di Natale del 1650 o fosse stato presente alla benedizione del Papa impartita dalla Loggia della Basilica Vaticana nel giorno di Natale. In onore di questo Giubileo Alessandro Algardi compose l’altorilievo raffigurante il Papa Leone Magno mentre ferma Attila, e la statua bronzea di Innocenzo X in Campidoglio; il Bernini scolpė l’estasi di Santa Teresa, e il Borromini provvide al restauro di San Giovanni in Laterano.

 

 clicca qui    Giubileo precedente

clicca qui    Giubileo successivo

              clicca qui  Cronologia degli Anni Santi

 

Home page        Pellegrinaggio        Giubileo e letteratura        Indulgenze